Wi-Fi 6

Cos'è il Wi-Fi 802.11ax?

Ogni cinque anni circa, il Wi-Fi subisce un cambiamento radicale. Wi-Fi 6 (802.11ax) rappresenta la generazione più recente che colma il gap prestazionale con le velocità di dieci gigabit. Il nuovo standard per il Wi-Fi assicurerà prestazioni di rete migliori, connetterà simultaneamente un maggior numero di dispositivi e diventerà una tecnologia wireless deterministica che è diventata il supporto de-facto della connettività Internet. Con una capacità quadruplicata rispetto al suo predecessore 802.11ac Wave 2, Wi-Fi 6 (802.11ax) installato in ambienti a elevata densità di dispositivi supporterà contratti di servizio superiori (SLA) per un maggior numero di utenti e dispositivi connessi simultaneamente con profili di utilizzo diversi.

Dettagli

La certificazione Wi-Fi 6 (802.11ax) segna una nuova evoluzione nella fornitura di una connettività Wi-Fi di qualità superiore. Questo programma di certificazione convalida un nuovo set di caratteristiche e funzionalità in grado di offrire una gamma di miglioramentei tecnici volti a ottimizzare l'efficienza spettrale, aumentare il throughput e ridurre il consumo energetico. Questi includono:

OFDMA e MU-MIMO

Le tecnologie OFDMA e MU-MIMO sono tecniche che aumentano l'affidabilità e l'efficienza dello spettro Wi-Fi senza licenza. A differenza delle precedenti generazioni di Wi-Fi, la tecnologia OFDMA consente al Wi-Fi di diventare deterministico, in quanto i dispositivi ricevono sempre più attenzione con il minimo sforzo. Questo aiuta a stabilizzare le prestazioni del Wi-Fi, specialmente in ambienti ad alta densità.

Ogni canale Wi-Fi è diviso in subcanali più piccoli noti come unità di risorse. L'AP decide come allocare i subcanali, in quanto ogni singola unità di risorse (o subcanale) può essere indirizzata a diversi client serviti contemporaneamente. Questa tecnica migliora il throughput medio (per utente) creando un sottocanale più stretto, anche se dedicato. Inoltre, la tecnologia OFDMA aumenta l'efficienza spettrale e riduce la latenza, supportando al contempo utenti eterogenei (ad esempio, messaggistica istantanea, e-mail o navigazione web leggera rispetto ai grandi download).

È importante notare che OFDMA e MU-MIMO forniscono tecniche complementari per servire contemporaneamente più utenti. Più specificamente, la tecnologia OFDMA è utilizzata al meglio quando più connessioni multiple trasmettono quantità limitate di dati. La tecnologia OFDMA, efficace in tutte le gamme (vicina, media e lontana), assicura una bassa latenza e può essere utilizzata per attenuare i problemi di interferenze OBSS. Nel frattempo, il MU-MIMO serve meglio utenti multipli con un traffico di buffer completo ed è più efficace per i servizi di fascia vicina alla media.

MU-MIMO di uplink

Con il Wi-Fi 6 (802.11ax), OFDMA e MU-MIMO sono supportati in downlink (dall'AP alle stazioni) e in uplink (dalle stazioni all'AP). Occorre tenere presente che l'AP programma le trasmissioni in entrambe le direzioni. Questo contrasta con le reti pre-Wi-Fi 6 (802.11ax), in particolare in uplink, dove l'allocazione delle risorse è basata sulla contesa, con le singole stazioni che prendono la decisione di appropriarsi del supporto e trasmettere i dati. Con l'aumentare delle stazioni, aumentano anche le contese.

Spaziatura sub-carrier e miglioramenti MAC/PHY

Con il Wi-Fi 6 (802.11ax), la spaziatura sub-carrier risulta ridotta, consentendo così di quadruplicare il numero di toni di dati disponibili e di aumentare in modo significativo le velocità PHY massime. Inoltre, toni di dati aggiuntivi aiutano a supportare più utenti in collaborazione con OFDMA. Il Wi-Fi 6 (802.11ax) ottimizza inoltre l'efficienza spettrale con un maggior numero di toni per canale, riduce i costi, migliora le operazioni outdoor e contribuisce a raggiungere le velocità PHY più elevate. Inoltre, gli AP Wi-Fi 6 (802.11ax) mantengono due vettori di allocazione di rete separati (NAV) per prevenire comportamenti inappropriati e collisioni. Come ultima analisi, ma non meno importante, il Wi-Fi 6 (802.11ax) vanta una costellazione 1024-QAM (contrariamente a 256-QAM per 11ac), consentendo un aumento del 25% della velocità dati fisici che, in combinazione con altre tecniche Wi-Fi 6 (802.11ax), consente di quadruplicare la capacità.

Target Wake Time

Introdotto per la prima volta nello standard IEEE 802.11ah, il Target Wake Time (TWT) consente tempi di inattività e attività (sveglia) programmati, insieme a tempi di attività pre-negoziati tra AP e client per evitare contese on the air tra i dispositivi client. In questo modo, l’utilizzo della banda è più efficiente e la durata della batteria dei dispositivi client risulta migliorata.

"Nell'ambito dei nostri test, l'access point Ruckus R750 convalida altri dispositivi per l'interoperabilità Wi-Fi CERTIFIED 6".

KEVIN ROBINSON
VP marketing
Wi-Fi Alliance

Ruckus Networks R750 è il primo access point Wi-Fi CERTIFIEDTM 6 al mondo.

Scopri di più

Documento IDC Technology Spotlight

Valutazione del nuovo standard Wi-Fi 802.11ax e del significato che ha per le aziende.

Scopri di più

5 problemi che incidono sulle prestazioni Wi-Fi nelle aree a elevata densità

e le soluzioni offerte da Ruckus per risolverli.

Scopri di più

Blog Ruckus

https://theruckusroom.ruckuswireless.com/wp-content/uploads/2018/09/wifiillustra...

Elementi fondamentali di 802.11ax: Target Wake Time (TWT)

Dennis Huang

Scopri di più
https://theruckusroom.ruckuswireless.com/wp-content/uploads/2018/07/worldCUp-600...

Parliamo di Wi-Fi e della Coppa del Mondo 2022

Ruckus Networks

Scopri di più
https://theruckusroom.ruckuswireless.com/wp-content/uploads/2017/09/blog.smart_....

Connessione delle smart city con access point 802.11ax

Ruckus Networks

Scopri di più
https://theruckusroom.ruckuswireless.com/wp-content/uploads/2018/07/FinalR730-gl...

Ruckus affronta le installazioni Wi-Fi a densità ultra-elevata con AP R730

Dennis Huang

Scopri di più
https://theruckusroom.ruckuswireless.com/wp-content/uploads/2018/09/esports3-600...

eSports Wi-Fi FTW!

Ruckus Networks

Scopri di più