Il dizionario di Ruckus

802.11ac vs. 802.11n

Tecnologie di rete generali

Cosa significa:

802.11 è una famiglia di standard wireless creati dall'Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE). 802.11n è la versione precedente del Wi-Fi, introdotto nel 2009. Rispetto alle versioni precedenti del Wi-Fi, presenta diversi miglioramenti, quali radio multiple, tecniche di trasmissione e ricezione avanzate e la possibilità di utilizzare lo spettro a 5 GHz, il tutto per una velocità dati fino a 600 Mbps.

802.11ac, presentato nel 2014, è la nuova generazione. Aggiunge canali più ampi e la possibilità di utilizzare fino a otto flussi di dati ("flussi spaziali") con downlink utilizzando le tecniche MU-MIMO (multi-user multiple input, multiple output) per la trasmissione simultanea su un massimo di quattro dispositivi. Questi cambiamenti rispetto allo standard precedente garantiscono una velocità dati superiore a 3 Gbps, velocità destinata a crescere in futuro. Inoltre, funziona esclusivamente nella banda di frequenza a 5 GHz, più pulita e ricca di capacità.

Perché dovrebbe interessarvi:

La tecnologia 802.11n meno recente è ampiamente installata e, per molte applicazioni, funziona ancora bene. Tuttavia, per le installazioni ex-novo di infrastrutture wireless, soprattutto in ambienti nuovi e mai edificati, 802.11ac è la soluzione. Potrebbe esserti capitato di sentire qualche lamentela relativa a guadagni di throughput dell'802.11ac in applicazioni concrete, che non soddisfano le aspettative. Per i primissimi prodotti, a volte era così. Tuttavia, la seconda generazione di  802.11ac, nota come "Wave 2", offre vantaggi maggiori rispetto a 802.11n, con potenziale ancora da sfruttare. Per sfruttare appieno l'802.11ac, tuttavia, occorrono soluzioni realizzate su solide basi wireless, un design radio ben progettato e antenne di ottima qualità.

Soluzioni e prodotti correlati

802.11ac Wave 2

Tecnologie di rete generali

Cosa significa:

802.11ac Wave 2 è la più recente versione dello standard Wi-Fi. Si basa sulla prima generazione della tecnologia 802.11ac e offre velocità di trasmissione dati superiore oltre alla capacità di comunicare con quattro diversi client contemporaneamente, invece che con uno alla volta.

Perché dovrebbe interessarvi:

Da quando è stata lanciata nel 2015, 802.11ac Wave 2 è diventata la tecnologia Wi-Fi d'elezione, beneficiando di una crescita a due cifre nei suoi primi due anni di vita. Con velocità wireless pari o superiori a quelle delle reti cablate, molte aziende oggi ne hanno fatto il loro modo preferenziale di connessione alla LAN.

Ruckus è da sempre all'avanguardia nel settore 802.11ac, grazie a uno dei migliori access point Wave 2 e al primo access point per esterni Wave 2 a essere stato introdotto sul mercato. Oggi offriamo una delle gamme Wave 2 più complete presenti sul mercato. Combinando la potenza della tecnologia Wave 2 alle nostre innovazioni nel campo dell'intelligenza Smart Wi-Fi e del design delle antenne, stiamo tramutando in realtà il sogno di una 802.11ac superveloce in migliaia di località nel mondo.

802.11ax 

Tecnologie di rete generali

Cosa significa:

802.11ax è lo standard wireless IEEE Wi-Fi più recente. Questo nuovo standard porta con sé notevoli miglioramenti su più fronti:  estende le tecniche MU-MIMO (multiple input, multiple output) per la trasmissione simultanea su otto flussi rispetto ai quattro su 802.11ac Wave 2. Si inserisce, inoltre, nelle tecniche MU-MIMO con la tecnologia OFDMA (Orthogonal Frequency Division Multiple Access) consentendo la divisione di ciascun flusso MU-MIMO in quattro flussi aggiuntivi, quadruplicando il throughpunt medio effettivo per utente.

L'introduzione di nuovi set di modulazione e codifica con 1024-QAM consente la trasmissione di più dati per pacchetto, il che determina un throughput superiore. Migliora inoltre l'efficienza di strato MAC e di strato fisico complessiva, nonché la gestione della batteria.

Se lo standard precedente era come una lunga fila di clienti in attesa all'unica cassa di un supermercato, MU-MIMO ha portato il numero di casse a quattro per quattro diverse file di clienti in 802.11ac. 802, dopodiché 11ax ha portato a otto il numero di casse per otto diverse file di clienti. Con OFDMA, il cassiere può inoltre gestire più di un cliente alla volta quando è libero. È come se il cassiere fosse in grado di servire il cliente successivo quando quello di turno decide di fare una corsa a prendere un oggetto che aveva dimenticato!

Perché dovrebbe interessarvi:

Il Wi-Fi viene installato in stadi o aeroporti affollati con centinaia di migliaia di dispositivi a caccia di larghezza di banda che l'attuale standard 802.11ac non sempre riesce a offrire. 802.11ax quadruplica il throughput medio per utente negli scenari a elevata densità.

Lo standard più all'avanguardia combinato alla Suite tecnologica a ultraelevata densità di Ruckus consente di offrire agli utenti finali l'esperienza migliore.

Decongestione dell'airtime

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

Gli AP e i client si scambiano in continuazione frame di gestione per mantenere aperta la connessione. La decongestione dell'airtime è una tecnologia Ruckus che limita gli scambi di frame di gestione tra AP e client in ambienti a elevatissima densità.

Perché dovrebbe interessarvi:

In un ambiente Wi-Fi a densità molto elevata, una eccessiva gestione del traffico satura lo spettro Wi-Fi disponibile. Ciò determina una scarsa connettività e un basso throughput per singolo client, il che genera in ultima istanza una esperienza insoddisfacente per i client.

La tecnologia di decongestione dell'airtime consente agli AP di rispondere ai client in maniera selettiva, aumentando notevolmente l'efficienza complessiva della rete per favorire un miglior utilizzo dell'airtime e quindi una esperienza più soddisfacente per gli utenti.

Soluzioni e prodotti correlati

Airtime fairness

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

Airtime Fairness è una funzionalità degli AP Ruckus grazie alla quale tutti i client connessi ottengono la stessa quantità di airtime, indipendentemente dalla velocità dati teorica di ciascun dispositivo.

Perché dovrebbe interessarvi:

Ti sei mai trovato in una sala conferenze dove il tuo dispositivo wireless non funzionava come avrebbe dovuto? Ciò accade negli ambienti misti in cui alcuni dispositivi utilizzano tecnologie wireless obsolete, o quando alcuni client sono molto più lontani di altri. Come un insegnante che distribuisce caramelle, gli access point condividono la capacità in modo equo, dando a ciascun dispositivo la possibilità, a turno, di scaricare lo stesso numero di pacchetti. Se il portatile di vecchia generazione del tuo collega o un tablet connesso in fondo alla sala impiega molto tempo per un download, il ritardo si ripercuote su di te e su chiunque altro sia connesso a quell'AP. Al contrario, la tecnologia airtime fairness dà a tutti i dispositivi lo stesso tempo di trasmissione, indipendentemente dal numero di pacchetti che ricevono. In questo modo, i client più lontani e datati non rallenteranno nessuno e la rete guadagnerà in capacità.

Tracciamento delle risorse

Posizione e analisi

Cosa significa:

Asset Tracking consente di tenere traccia della posizione di un dispositivo tramite Wi-Fi, tag RFID (radio frequency ID) o una combinazione di entrambi.

Perché dovrebbe interessarvi:

Molte organizzazioni, in particolar modo le scuole, gli ospedali e altri edifici con grandi campus, dispongono di attrezzatura molto costosa in continuo movimento. Che si tratti di tablet o laptop utilizzati da studenti e insegnanti, apparecchiature audiovisive, attrezzature cliniche o da laboratorio, le organizzazioni desiderano sapere dove si trovano i loro dispositivi. Le tecnologie wireless moderne consentono di farlo in due modi. Per i dispositivi connessi alla rete Wi-Fi è possibile utilizzare strumenti di localizzazione Wi-Fi che consentono di visualizzare la posizione. Per i dispositivi dotati di tag RFID è possibile utilizzare strumenti simili che usano beacon BLE per l'individuazione. Con la tecnologia Smart Positioning Technology (SPoT) di Ruckus, è possibile fare entrambe le cose. Basta aprire la funzionalità Locator in SPoT Analytics Dashboard, inserire l'indirizzo MAC univoco del dispositivo per:

  • Individuare la posizione in tempo reale di qualsiasi dispositivo
  • Visualizzare heat map storiche della posizione dei dispositivi e la durata per quale si sono trovati in una data posizione
  • Configurare avvisi per quando i dispositivi entrano o escono da una posizione, al fine di ridurre il rischio di furto o smarrimento
  • Supportare pubblicità, navigazione e altri servizi basati sulla posizione
  • Identificare meglio la posizione degli utenti durante un'emergenza

Bandsteering

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

La gestione della banda è una tecnologia che incoraggia i client WLAN a connettersi su una banda di frequenza rispetto a un'altra.

Perché dovrebbe interessarvi:

Le reti wireless più moderne sono in grado di utilizzare sia la banda a 2,4 GHz che quella a 5 GHz. Tuttavia, la banda a 2,4 GHz è molto più congestionata, sia con client wireless datati sia con apparecchiature come telefoni cordless e dispositivi Bluetooth che generano interferenza. Per i dispositivi con funzionalità "dual-band", la connessione su 5 GHz è in genere la scelta migliore.

Con il band steering, il sistema wireless monitora tutti i client nell'ambiente, rileva i client single-band e quelli dual-band e il tipo di ogni AP nelle vicinanze. Quando un dispositivo dual band tenta di connettersi sulla banda a 2,4 GHz, l'AP lo indirizza verso la banda di frequenza a 5 GHz, più pulita e con maggiore capacità. Anche gli utenti della banda a 2,4 GHz ne traggono vantaggio, perché in questo modo condividono lo spettro con un minor numero di dispositivi.

Tecnologia di antenne adattive BeamFlex

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

Sistemi di antenne adattive intelligenti e compatti che contengono diversi elementi e manipolano elettricamente le proprietà dell'antenna al fine di creare percorsi ottimali per ciascun dispositivo con il quale comunicano.

Perché dovrebbe interessarvi:

Le antenne wireless tradizionali sono "omnidirezionali" (irraggiamento dei segnali in tutte le direzioni) o "direzionali" (irraggiamento dei segnali in una direzione). La tecnologia di antenna adattiva Ruckus BeamFlex prevede un approccio più adattabile. La tecnologia BeamFlex consente al sistema di antenne in un AP Ruckus di analizzare e ottimizzare costantemente il proprio ambiente.

Il sistema di antenne riduce l'interferenza radio, il disturbo e i problemi di prestazioni della rete, oltre a migliorare i flussi delle applicazioni. I risultati?

  • Prestazioni e portata migliorate
  • Comunicazioni video e voce chiarissime
  • Efficienza energetica ottimizzata

BeamFlex+ è la versione migliorata della tecnologia di antenne adattive Ruckus BeamFlex e fornisce un supporto adattivo ai dispositivi mobili. BeamFlex+ consente alle antenne di adattarsi all'orientamento del dispositivo client, oltre alla sua posizione.

Beamforming

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

Il beamforming è la tecnica utilizzata dagli AP per concentrare i segnali radio nella direzione dei client con cui comunicano per ottenere una capacità e un throughput superiori. Tuttavia, sebbene il "beamforming" e la tecnologia "Beamflex" di Ruckus possano sembrare simili, non sono affatto la stessa cosa.

Quando la maggior parte dei fornitori di tecnologia parla del beamforming, si riferisce al "beamforming in trasmissione" (TxBF), che viene raggiunto attraverso un'elaborazione dei segnali integrata nel chip dell'AP. Al contrario, la tecnologia Beamflex+ di Ruckus concentra i segnali radio utilizzando antenne adattive intelligenti. BeamFlex+ non fa parte del chip standard di settore. Aggiungiamo questa funzionalità, che agisce a livello di antenna, e siamo gli unici fornitori ad averla implementata con successo.

Perché dovrebbe interessarvi:

Quando gli AP indirizzano i loro segnali direttamente verso i client, il segnale è più forte (maggiore throughput) e l'airspace è più pulito nel complesso (meno interferenza proveniente da segnali che rimbalzano ovunque). Siamo quindi d'accordo che il beamforming sia una buona cosa. Alcuni fornitori, però, ritengono che il TxBF sia sufficiente. Non è proprio così.

Il beamforming in trasmissione richiede feedback dal client, il che significa che i dispositivi devono supportare il protocollo TxBF per trarne vantaggio e molti non lo supportano. I trasmettitori che utilizzano TxBF non possono utilizzare contemporaneamente il multiplexing spaziale (un'altra tecnica ampiamente utilizzata per aumentare la capacità nello stesso spazio aereo).

Con le rivoluzionarie tecnologie per antenna adattiva BeamFlex+ e BeamFlex, è possibile garantire vantaggi a tutti i client. L'esperienza risulta peggiorata se il dispositivo non sa quando passare dall'AP a cui ci si è connessi quando si è messo piede nell'edificio all'AP di una sala conferenze in cui si entra. Desideri usarle entrambe? Le tecnologie BeamFlex e BeamFlex+ aggiungono ulteriori vantaggi rispetto alla tecnologia di beamforming installata nel chip.

Tecnologia Campus Fabric

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

Basato sulla tecnologia a standard aperto IEEE 802.1BR Bridge Port Extension, Brocade Campus Fabric integra switch premium, mid-range e di fascia bassa (riducendo i livelli di accesso alla rete), aggregazione e core in un singolo dominio con servizi condivisi.

Il bridge di controllo e un estensore di porta sono i componenti fondamentali di un Campus Fabric. Il livello di aggregazione/core tradizionale viene sostituito da switch che fungono da bridge di controllo, la testa pensante di una tecnologia Campus Fabric completa. Il livello di accesso è sostituito da switch che funzionano in modalità di estensore porta; questi switch forniscono connettività a PC, laptop, telefoni IP e altri dispositivi di accesso. Il bridge di controllo comunica con i dispositivi di estensione porta collegati utilizzando protocolli definiti negli standard IEEE 802.1BR.

Perché dovrebbe interessarvi:

Le reti di accesso tradizionali sono notevolmente inefficienti e rigide e richiedono ai team di rete di collegarsi a ciascun dispositivo di rete per eseguire il provisioning delle risorse, applicare modifiche di configurazione e distribuire politiche di rete.

A differenza della progettazione di rete a tre livelli tradizionale, Ruckus Campus Fabric comprime la rete in un singolo dispositivo logico. Questo design centralizza il controllo, semplifica l'installazione e la gestione dei servizi e consente di scalare facilmente per gestire la crescita. Tutti i link tra gli switch sono sempre attivi e al traffico viene applicato il bilanciamento del carico. I risultati sono:

  • Prestazioni ottimizzate
  • Maggiore resilienza
  • Installazione più rapida dei servizi di rete

Campus Fabric: video esplicativo di 2 minuti

Gestione dei certificati

Sicurezza di rete

Cosa significa:

Nella rete di computer, un certificato digitale è un documento installato su un dispositivo che fornisce la base per l'autenticazione del dispositivo sulla rete. Per Certificate Management si intende la procedura di gestione di tali certificati digitali. Ciò include processi quali creazione, archiviazione, distribuzione, sospensione e revoca. Le autorità di certificazione hanno la responsabilità per la gestione dei certificati e fungono da enti di registrazione dei certificati.

Perché dovrebbe interessarvi:

I certificati digitali installati sul dispositivo come parte integrante di un processo automatizzato di onboarding sulla rete semplificano l'autenticazione di rete e assicurano che ogni connessione sia sicura. Gli utenti che hanno installato un certificato sul proprio dispositivo durante l'onboarding iniziale non dovranno più eseguire altre operazioni per ripetere l'autenticazione ai futuri tentativi di connessione perché il dispositivo si connetterà automaticamente in un processo che sarà trasparente per l'utente. Il certificato rimane sul dispositivo fino alla revoca da parte degli amministratori IT. I metodi predefiniti di onboarding sulla rete e di autenticazione, così come le Pre-shared key convenzionali e l'autenticazione MAC, non offrono i vantaggi relativi alla sicurezza o all'esperienza dell'utente dei certificati digitali distribuiti tramite una piattaforma di onboarding sicura.

Soluzioni e prodotti correlati

Selezione avanzata dei canali ChannelFly

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

La tecnologia di gestione dinamica dei canali ChannelFly integrata negli AP Ruckus migliora le prestazioni wireless trasportando dinamicamente un client su un canale migliore quando quello in uso inizia a mostrare prestazioni ridotte.

Perché dovrebbe interessarvi:

La maggior parte dei prodotti WLAN moderni può cambiare il canale di un client quando quello in uso subisce molte interferenze o sono presenti molti dispositivi. Non vi è tuttavia ragione di cambiare canale se non si sa con sicurezza che quello nuovo è in grado di offrire maggiore capacità. La maggior parte delle strategie di gestione dei canali non vanta funzionalità di predizione affidabili. La tecnologia ChannelFly valuta tutti i canali disponibili per misurare l'aumento concreto di capacità che ciascuno di essi può fornire, prima di istruire l'AP a cambiare canale.

La tecnologia ChannelFly è stata sviluppata originariamente per l'utilizzo in ambienti Wi-Fi carrier, dove i canali sono molto congestionati. Anche in ambienti pubblici caratterizzati da elevata densità, assicura svariati miglioramenti nella capacità di rete e AP, il tutto automaticamente e in pochi secondi.

Citizens Broadband Radio Service (CBRS)

Tecnologie di rete generali

Cosa significa:

Nel 2015, FCC ha autorizzato l'uso della banda da 3,5 GHz (3550 MHz - 3700 MHz) per l'accesso wireless condiviso, ampliando lo spettro attualmente usato dalla Marina statunitense e da altri membri del Dipartimento della Difesa.

La banda utilizza lo standard LTE (nella banda 48) ma è unico nel modo in cui lo spettro viene allocato: l'uso viene richiesto e assegnato singolarmente caso per caso. Quando l'uso dello spettro non è più richiesto, il canale specifico viene liberato e reso disponibile ad altri utenti.

Per l'uso dello spettro CBRS, è necessario richiedere e farsi assegnare una banda da un SAS (Spectrum Allocation Server). Il SAS calcola la densità RF e la disponibilità del canale usando i dati sull'utilizzo corrente, sulla propagazione radio e sul terreno prima di approvare la richiesta e allocare lo spettro.

Perché è importante?

Lo spettro condiviso con CBRS è un fattore di svolta nella connettività wireless negli Stati Uniti. Consentirà esperienze wireless semplicemente migliori.

A chi è destinato? Fondamentalmente a tutti (negli Stati Uniti).

Gli operatori di telefonia mobile utilizzeranno questa banda per estendere la copertura mobile esistente.

Gli operatori di telefonia cablata potranno utilizzare questo spettro per le loro nuove offerte wireless.

Con CBRS, le organizzazioni degli Stati Uniti avranno per la prima volta la possibilità di realizzare proprie reti LTE per i casi di utilizzo più complessi.

Quando i dispositivi mobili con supporto per CBRS saranno prevalenti, sarà possibile installare reti host neutre. Una singola small cell CBRS sarà in grado di fornire copertura cellulare a più operatori. Questo vantaggio potrà risolvere i problemi di copertura in-building con una soluzione molto semplice e molto economica.

Soluzioni e prodotti correlati

Bilanciamento del carico client

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

Con il bilanciamento del carico client, una WLAN distribuisce nuove connessioni lungo diversi AP al fine di utilizzare al meglio la rete e lo spettro radio.

Perché dovrebbe interessarvi:

Quando troppi client sono connessi a un singolo AP, la capacità per ogni dispositivo è le prestazioni diminuiscono sensibilmente. Ma in molti ambienti, un client può connettersi a un AP tra i molti disponibili. Gli AP Ruckus e il software ZoneDirector tengono traccia di ogni client nell'ambiente e distribuiscono le connessioni in modo più uniforme, assicurandosi che ciascun dispositivo abbia un segnale forte. In questo modo le WLAN utilizzano meglio la capacità e gli utenti ottengono un migliore throughput e una qualità superiore.

Roaming client e SmartRoam+

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

Il roaming client consente ai dispositivi wireless di passare da un AP a un altro in modo più rapido e intelligente mentre si spostano in uno spazio. Ciò è particolarmente importante per le applicazioni sensibili alla latenza e alla qualità del servizio (QoS), ad esempio voce e video, dove restare sullo stesso AP mentre ci si allontana comporta una riduzione delle prestazioni.

Perché dovrebbe interessarvi:

Se utilizzi un dispositivo mobile, è molto probabile che tu sia... mobile. Ciò significa che la tua esperienza non sarà ottimale se il tuo dispositivo non sa quando passare dall'AP a cui ti sei connesso quando sei entrato a quello che si trova nella sala conferenze in cui ti trovi ora. Sfortunatamente, molti dispositivi rimangono sull'AP precedente troppo a lungo. Questo rappresenta un problema soprattutto per le applicazioni voce e video ed è causa di frustrazione negli ambienti ad alta densità.

La tecnologia SmartRoam+ di Ruckus consente di spingere i client su un nuovo AP quando il segnale si fa troppo debole. E gli utenti ottengono un roaming superiore. Nel caso di luoghi pubblici a elevata densità, non sprecherai capacità di rete per comunicare con molti dispositivi su connessioni più lente e più deboli.

Dynamic Pre-shared Key (DPSK)

Sicurezza di rete

Cosa significa:

Dynamic Pre-Shared Key (DPSK) è una tecnologia brevettata da Ruckus che offre un accesso di rete sicuro, fornendo a ciascun dispositivo o utente una credenziale di accesso univoca. Gli utenti accedono alla rete wireless usando un proprio codice personale, fornito nel corso del processo di onboarding di rete. Al contrario, con le chiavi PSK (Pre-Shared Keys) convenzionali, più di un utente, oppure tutti gli utenti condividono la stessa chiave.

Perché dovrebbe interessarvi:

Le chiavi PSK tradizionali creano una lacuna di sicurezza nelle difese della rete, poiché più utenti accedono alla rete con la stessa chiave. Le PSK convenzionali non offrono ai team IT visibilità e controllo sui dispositivi sulla rete o la possibilità di mappare le politiche di accesso relative a specifici utenti e dispositivi. Gli utenti condividono facilmente le PSK convenzionali con altri e l'IT non può revocarli per un utente senza dover revocare l'accesso a tutti. I Dynamic PSK (DPSK) sono stati progettato allo scopo di fronteggiare le imperfezioni della sicurezza delle PSK convenzionali, per garantire maggiore sicurezza agli utenti, ai dispositivi, ai dati e alla rete.

I DPSK sono un'alternativa ai certificati digitali, i quali forniscono benefici di sicurezza simili. Sono particolarmente indicati nei casi in cui l'esperienza dell'utente non consente di installare un certificato digitale sul dispositivo. Questo vale per i casi in cui l'utente desidera solo accedere alla rete per un periodo di tempo limitato, ad esempio, nel caso di utenti guest.

Analisi del traffico

Posizione e analisi

Cosa significa:

L'analisi del traffco consente di utilizzare il wireless in un luogo pubblico (soprattutto in un punto vendita) per ottenere informazioni approfondite sul comportamento dei clienti in uno spazio fisico.

Perché dovrebbe interessarvi:

Anche se le vendite online sono una parte importante del business retail odierno, i punti vendita fisici giocano un ruolo fondamentale nell'esperienza di acquisto. Oggi, i rivenditori di tutto il mondo si servono dell'analisi della posizione per offrire nei punti vendita fisici lo stesso tipo di intelligence di acquisto personalizzata e mirata che si trova online. Le soluzioni di analisi basata sulla posizione come Smart Positioning Technology (SPoT) di Ruckus possono mostrare ai rivenditori il modo esatto in cui i clienti si servono di uno spazio. I rivenditori possono visualizzare i percorsi del traffico nel punto vendita, identificare le migliori posizioni a livello di scaffale, organizzare l'esposizione per massimizzare le vendite e il tempo trascorso in negozio e molto altro ancora.

HotSpot 2.0

Sicurezza di rete

Cosa significa:

Con l'Hotspot 2.0, il roaming Wi-Fi diventa semplice tanto quanto il roaming cellulare. Proprio come un cellulare individua automaticamente una rete partner per il roaming e vi si connette in modo sicuro, ovunque ci si trovi, è possibile ottenere la stessa esperienza con il Wi-Fi.

Perché dovrebbe interessarvi:

La maggior parte degli utenti wireless preferisce connettersi al Wi-Fi, quando è disponibile, per non superare i limiti del consumo dati o perché utilizza un dispositivo solo Wi-Fi. Tutto questo, però, richiede la richiesta e la selezione della rete giusta, l'immissione di una password e l'accesso attraverso un portale. Con l'Hotspot 2.0 e lo standard 802.11u, questo non si applica. Ecco come funziona:

I provider wireless, ovvero provider di servizi mobili e cablati, aziende e altri, stringono partnership di roaming con altri provider. Sui dispositivi degli utenti vengono caricati i certificati di sicurezza e le credenziali appropriati. Pertanto, quando un utente non si trova nel raggio del proprio fornitore di rete, il dispositivo verifica la presenza di AP compatibili con Hotspot 2.0 di partner di roaming partecipanti. Se è disponibile un AP, il dispositivo vi si connette automaticamente.

Internet of Things (IoT)

Tecnologie di rete generali

Cosa significa:

Internet of things (IoT) fa riferimento ai dispositivi fisici comuni, ad esempio una lampadina, una serratura, una lavatrice o persino un'auto dotata di software e connettività Internet.

Perché dovrebbe interessarvi:

Il beneficio diretto che se ne trae è la capacità di monitorare e controllare tali dispositivi IoT da qualsiasi luogo nel mondo. I dispositivi IoT sono in grado di raccogliere dati utili a migliorare le esperienze degli utenti, a potenziare l’efficienza organizzativa o a ridurre i costi operativi. L’IoT consente inoltre alle aziende di offrire nuovi servizi da affiancare ai prodotti già presenti.

Ad esempio, le serrature intelligenti possono servire a incrementare la sicurezza a beneficio del proprietario di una casa o dell'ospite di un hotel. I sistemi intelligenti di controllo luci possono ridurre il consumo energetico. Inoltre, i contenitori per rifiuti connessi possono servire a notificare all’ente di gestione dei rifiuti quando sono pieni e quindi necessitano di raccolta.

Soluzioni e prodotti correlati

Rete di accesso Internet-of-Things (IoT)

Tecnologie di rete generali

Cosa significa:

Una rete ad accesso IoT connette endpoint IoT Wi-Fi e non a una rete fisica multi-standard e convergente. 

Perché dovrebbe interessarvi:

Una rete di accesso IoT connette gli endpoint IoT sia di tipo Wi-Fi che non Wi-Fi mediante una rete fisica convergente multi-standard. Una rete di questo tipo unifica e riutilizza la stessa infrastruttura di onboarding dei dispositivi, di sicurezza e di gestione di una rete cablata e wireless esistente al fine di ridurre i costi e consentire quindi alle aziende di concretizzare più velocemente i vantaggi derivanti dai servizi e dagli endpoint IoT.

Soluzioni e prodotti correlati

Mesh Networking e SmartMesh

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

Pensare che le reti wireless debbano essere senza fili è legittimo. Ma nelle WLAN tradizionali, occorre sempre instradare i cavi a ciascun AP. Nelle reti mesh, i singoli AP si connettono tra loro mediante il wireless.

Perché dovrebbe interessarvi:

A chi non farebbe comodo eliminare l'esigenza di posare costosi cavi Ethernet nel proprio edificio? Ma far funzionare le reti mesh negli ambienti enterprise non è un'impresa semplice. Tradizionalmente, l'operazione richiede una configurazione complessa e crea diverse difficoltà nel garantire una connettività affidabile e coerente.

Con la tecnologia SmartMesh Networking di Ruckus, le reti mesh assumono una dimensione di livello Enterprise. Anziché districarsi tra complesse configurazioni per ciascun AP, è sufficiente selezionare una casella. Il mesh si forma automaticamente. Con la nostra tecnologia BeamFlex, gli AP possono cambiare dinamicamente i modelli di antenna pacchetto per pacchetto, per adattarsi alle condizioni e garantire una connessione solida. Le aziende ottengono reti mesh autoformanti e in grado di ripristinarsi automaticamente, alla metà del costo e del tempo delle installazioni wireless tradizionali.

Tecnologia multi-gigabit

Tecnologie di rete generali

Cosa significa:

La tecnologia multi-gigabit e, nello specifico, lo standard IEEE 802.3bz, formalmente introdotto come 2.5GBASE-T e 5GBASE-T nel 2016. IEEE 802.3bz è uno standard per Ethernet su coppie di fili in rame a velocità di 2,5 Gbps e 5 Gbps.

Perché dovrebbe interessarvi:

Le connessioni Gigabit sono state utili per molti anni, offrendo dati rapidi e bassa latenza a laptop, smartphone e altri dispositivi. Tuttavia, l’ultima generazione di AP può sopraffare una connessione a 1 GbE, e la rete cablata diventerebbe un collo di bottiglia per le prestazioni. La tecnologia multi-gigabit, che opera sopra 1 Gbps, supporta nuove velocità dati di 2,5 e 5 Gbps, sfruttando al contempo il cablaggio Cat 5e (per 2,5 Gbps) o Cat 6 (per 5 Gpbs) comunemente installato. Pertanto, le aziende possono potenziare le prestazioni delle proprie Wi-Fi reti nella maniera più efficiente e meno scomoda. Gli switch serie ICX Z e l’access point Ruckus R720 di Ruckus supportano la tecnologia multi-gigabit/802.3bz per aiutare le aziende a massimizzare le prestazioni della rete Wi-Fi.

Utilizzo della capacità di rete

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

L'Utilizzo della capacità di rete migliora la capacità complessiva della rete e l'utilizzo dell'airtime grazie alle tecniche integrate di gestione dei client adattiva che suddividono equamente il carico dei client tra gli AP e le bande per mantenere collegamenti ottimali tra AP e client in ambienti a elevatissima densità.

Perché dovrebbe interessarvi:

Nelle reti più dense gli AP spesso sbilanciano il proprio carico di client, il che conduce a un utilizzo inefficiente della capacità complessiva di rete. Ciò a sua volta comporta una qualità del collegamento tra client e AP insoddisfacente, il che determina un throughput inferiore per i client.

L'Utilizzo della capacità di rete impiega tecniche di apprendimento in tempo reale per associare client e AP con una qualità e capacità di collegamento superiore, in risposta ai carichi di rete dinamici. Ciò comporta una capacità e un throughput per clienti complessivamente superiori, nonché un'esperienza più soddisfacente per il cliente.

Soluzioni e prodotti correlati

Controller di rete

Tecnologie di rete generali

Cosa significa:

Nella terminologia delle reti Ruckus, un controller di rete SmartZone™ è un elemento di rete virtuale o fisico utilizzato per monitorare, gestire e controllare punti di accesso (AP) e switch di Ruckus. Con l'aggiornamento alla versione SmartZoneOS 5.0, tutti i controller WLAN SmartZone, ad esempio SmartZone 100 o Virtual SmartZone – Essentials, diventano controller di rete SmartZone.

Perché dovrebbe interessarvi:

Nel settore della connettività di rete, la gestione di una rete di AP e switch ("gestione unificata") richiedeva tradizionalmente l'uso di un sistema di gestione separato oltre al controller WLAN. Un sistema di gestione separato richiede, come minino, una licenza software separata e l'acquisizione da parte dello staff di IT di esperienze di uso per due sistemi diversi. Risultato: eccessivo spreco di tempo, complessità e costi enormi.

Ma ora esiste un approccio di gestione della rete più semplice. I controller di rete Ruckus SmartZone sono le prime applicazioni del settore che consentono all'IT di gestire la LAN e la WLAN utilizzando un unico sistema gestito tramite controller con un'unica interfaccia utente. Questo approccio semplifica un'ampia gamma di attività di IT, consentendo, ad esempio, un unico processo di rilevamento automatizzato sia per gli switch sia per gli AP, nonché la creazione in pochi passaggi di criteri di accesso comuni tra switch e AP.

Modalità porta ibrida OpenFlow

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

La modalità porta ibrida OpenFlow di Ruckus consente agli utenti di abilitare OpenFlow su qualsiasi porta dello switch ICX Ruckus, supportando al contempo altre funzionalità di commutazione tradizionali senza aumentare la latenza.

Perché dovrebbe interessarvi:

I clienti desiderano poter creare un overlay OpenFlow sulle reti di produzione esistenti. L'overlay OpenFlow viene utilizzato per supportare nuovi servizi premium e applicazioni SDN sulla rete sottostante. Con la modalità porta ibrida di Ruckus non occorre una rete separata per ottenere i vantaggi offerti da SDN e OpenFlow.

Ports on Demand

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

Lo switch Ruckus ICX 7250 è dotato di 8 porte, che possono essere portate a una velocità di 10 Gbps con una o più licenze Ports on Demand.

Perché dovrebbe interessarvi:

Le licenze flessibili di porte da 1 a 10 GbE, per uplink o stacking, consentono alle organizzazioni di ottimizzare le prestazioni di rete sulla base di requisiti specifici applicando semplicemente una licenza software. Viene così eliminata la necessità di installare un modulo hardware separato e viene semplificata la procedura di miglioramento della rete o dell'infrastruttura. I risultati sono:

  • Risposta più rapida alle modifiche e alle necessità di rete
  • Uso efficace degli switch Ruckus
  • Una protezione più potente dei propri investimenti quando è necessaria un'espansione di prestazioni o capacità

Soluzioni e prodotti correlati

Accesso guest sicuro

Sicurezza di rete

Cosa significa:

I visitatori di qualsiasi ambiente, ovvero scuole, università, agenzie governative, negozi, hotel, uffici, si aspettano di trovare una connettività facile e sicura per i propri dispositivi. L'accesso guest sicuro offre ai visitatori (fornitori, partner, consulenti e visitatori di qualsiasi tipo) un modo per accedere in sicurezza a Internet e/o alla rete locale sulla rete wireless o cablata.

Perché dovrebbe interessarvi:

Se fatto nel modo giusto, l'accesso guest è un vantaggio sia per l'utente finale che per l'organizzazione in cui si trova. Gli utenti guest sono più produttivi quando possono accedere online in modo rapido e semplice. La connettività Internet aiuta il visitatore a portare a termine qualsiasi attività commerciale per la quale si trova nel tuo ambiente, il che giova, di conseguenza, anche all'organizzazione. I moderni sistemi di accesso guest consentono ai visitatori di eseguire autonomamente il provisioning dei propri dispositivi per l'accesso a Internet, senza il coinvolgimento dell'IT, evitando quindi ticket all'help desk onerosi e laboriosi. Questi sistemi consentono ai team IT di personalizzare i flussi di lavoro relativi all'onboarding di rete, i quali possono essere avviati o approvati dagli sponsor o interamente self-service. I guest ricevono le proprie credenziali di accesso tramite SMS, e-mail o voucher stampati.

I team IT possono personalizzare il portale di onboarding in modo che l'aspetto e la sensazione trasmessa siano coerenti con il marchio dell'organizzazione. Possono concedere l'accesso per un periodo determinato a seconda di quanto tempo l'utente rimarrà sul sito. In genere, gli utenti guest ottengono solo l'accesso a Internet, ovvero non possono accedere alle risorse di rete interne. L'IT ottiene visibilità e controllo sui dispositivi in rete, con la possibilità di revocare l'accesso in qualsiasi momento. Un controllo preventivo del livello di sicurezza con applicazione delle correzioni migliora ulteriormente la sicurezza. 

Soluzioni e prodotti correlati

Onboarding sulla rete sicuro

Sicurezza di rete

Cosa significa:

L'onboarding sulla rete è il processo mediante il quale un dispositivo BYOD, guest o di proprietà dell'IT accede per la prima volta alla rete. Mettere in sicurezza l'onboarding sulla rete significa migliorare la sicurezza per gli utenti, i dispositivi, i dati e la rete.

Perché dovrebbe interessarvi:

Gli utenti BYOD e guest possono provare frustrazione con i metodi predefiniti per l'onboarding sulla rete. Metodi predefiniti come le autenticazioni MAC e i PSK convenzionali non sono intuitivi per gli utenti, con conseguente aumento del numero di ticket per l'help desk. Inoltre, i metodi predefiniti di onboarding e autenticazione non sono sicuri. Un sistema efficace per mettere in sicurezza l'onboarding sulla rete migliora l'esperienza dell'utente finale per gli utenti e i guest BYOD. Solleva l'IT dall'onere di un numero eccessivo di ticket inviati all'help desk relativi all'accesso alla rete. Inoltre, migliora la sicurezza IT come parte integrante di una strategia di protezione a più livelli. A tal proposito, Ruckus offre la piattaforma software/SaaS Cloudpath Enrollment System.

Soluzioni e prodotti correlati

sFlow

Posizione e analisi

Cosa significa:

sFlow è una tecnologia di campionamento pacchetti basata su standard integrata negli switch ICX di Ruckus che offre ai gestori di rete una tecnica scalabile per misurare il traffico di rete, la raccolta, l'archiviazione e l'analisi dei dati sul traffico. Consente di monitorare decine di migliaia di interfacce da una singola posizione.

Perché dovrebbe interessarvi:

Poiché si fa sempre più affidamento sui servizi di rete per le operazioni business critiche, qualsiasi modifica apportata alla rete può influenzarne le prestazioni e l'affidabilità. Se configurato su diversi link, sFlow consente di:

  • Analizzare le statistiche e i trend di traffico su questi link
  • Superare congestioni di rete inaspettate
  • Migliorare la pianificazione della capacità

SmartCast

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

SmartCast è un sofisticato motore QoS (Quality of Service) appositamente sviluppato per ottimizzare l'affidabilità e le prestazioni delle applicazioni sensibili ai ritardi, ad esempio voce e video basati su IP sulle reti 802.11. Basato su una tecnologia brevettata, SmartCast vanta una serie di funzionalità univoche come ispezione dei pacchetti, classificazione automatica del traffico, gestione delle code e pianificazione avanzate.

Perché dovrebbe interessarvi:

Grazie a una gestione delle code basata su client, SmartCast è ideale per video e voce su applicazioni Wi-Fi perché fa in modo che i client più vulnerabili non compromettano le prestazioni degli altri connessi alla stessa rete (nessun blocco HOL).

Soluzioni e prodotti correlati

Gestione dei client transitori

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

La gestione dei client transitori è una funzionalità che ritarda le associazioni degli AP Ruckus ai client transitori (dispositivi che rimangono per breve tempo nell'area di copertura dell'AP) usando metodi statistici.

Perché dovrebbe interessarvi:

In una rete Wi-Fi densa i client transitori possono degradare l'esperienza utente dei client già connessi. Il problema si verifica in genere nelle stazioni ferroviarie, nei terminal degli autobus e in molti luoghi pubblici in cui migliaia di dispositivi si spostano contemporaneamente in un'area e inviano frame di gestione a un AP a cui non intendono connettersi. Ciò sovraccarica la rete con traffico non necessario, rallentando così il collegamento Wi-Fi.

Grazie alla gestione dei client transitori, gli AP di Ruckus sono in grado di massimizzare l'attenzione nei confronti dei client non transitori già connessi e utilizzare in modo più efficiente l'airtime.

Soluzioni e prodotti correlati

Suite tecnologica per ambienti a elevatissima densità

Ottimizzazione delle prestazioni

Cosa significa:

La Suite tecnologica per ambienti a elevatissima densità di Ruckus è una raccolta di funzionalità e tecnologie progettate per migliorare le prestazioni di rete e l'esperienza dell'utente finale in ambienti a elevata densità quali stadi, auditorium, centri congressi, hub di transito e sale conferenze.

Comprende tecnologie esclusive di Ruckus, quali:

Perché dovrebbe interessarvi:

Vi è una insaziabile richiesta di Wi-Fi più veloce e più stabile, guidata dalla crescita del numero di dispositivi e di applicazioni più pesanti. Tale richiesta è generata sia negli uffici, sia in aree densamente popolate quali gli aeroporti e le stazioni dei treni.

Anche se gli standard Wi-Fi più all'avanguardia come 802.11ax assicurano prestazioni migliori, non è ancora abbastanza. Le esclusive tecnologie di Ruckus, combinate al nuovo standard 802.11ax, consentono ai nostri clienti di offrire ai propri clienti finali la migliore esperienza possibile in ambienti a densità ultraelevata.

Soluzioni e prodotti correlati

VXLAN

Semplificazione della gestione

Cosa significa:

Virtual Extensible LAN (VXLAN) è un protocollo di incapsulamento basato su standard che consente di eseguire una rete di overlay sopra una rete fisica esistente. Una rete di overlay è una rete virtuale che fornisce servizi L2 sopra un’infrastruttura di rete L3 esistente, creando nuovi domini di trasmissione L2 virtuali, disabbinati dalla topologia fisica della rete sottostante.

Perché dovrebbe interessarvi:

VXLAN consente agli ingegneri di rete di collegare più facilmente segmenti di rete tra località fisiche separate dai limiti dell’L3. Inoltre facilita l’isolamento del traffico tra le varie applicazioni e classi di utenti o tenant, favorendo sicurezza e privacy. Una VXLAN distribuita su reti campus può velocizzare l’onboarding di una nuova sede e ridurre la complessità nella distribuzione di nuove applicazioni e servizi di rete nel campus.

Soluzioni e prodotti correlati